Trieste | 29 Aprile - 5 Maggio 2024

Triestebookfest. Il successo della seconda edizione e l’avvio di nuovi incontri ed eventi

Si è conclusa domenica scorsa la seconda edizione del Triestebookfest con un programma che ha messo insieme incontri, convivi letterari e momenti di spettacolo seguiti con molto calore e ottima presenza di pubblico per un’affluenza finale di quasi un migliaio di persone giunte all’Auditorium del Museo Revoltella ad ascoltare i numerosi autori ospiti. In particolare grandi numeri di presenza si sono registrati per Marco Paolini, Massimo Cirri e Peppe Dell’Acqua nelle loro rispettive presentazioni. Un buon riscontro hanno ottenuto anche gli eventi collaterali come lo speciale omaggio di Carlo Feruglio e Marco Andreoni a Gaber e Luporini nella serata di apertura e le iniziative di “Cibo d’Autore” con i momenti che hanno mescolato lettori e autori alla stessa tavola. Una menzione particolare la merita poi il progetto Nati Per Leggere che ha coinvolto oltre una decina di piccoli lettori, dai 3 ai 6 anni in collaborazione con il Servizio Musei e Biblioteche del Comune di Trieste.

Si ricorda inoltre che sono aperte le iscrizioni al concorso “Ri_Scritture Giovani”, organizzato in collaborazione con il progetto PAG del Comune di Trieste, destinato ai ragazzi delle scuole superiori e che prevede premi in denaro. Tutti i dettagli si possono trovare sul sito www.triestebookfest.com.

Il direttivo del Triestebookfest ringrazia quindi le istituzioni, gli sponsor e il pubblico che hanno reso possibile questa edizione e non si ferma: ci saranno eventi fino alla prossima edizione con laboratori e progetti che vedranno coinvolti autori e professionisti del settore.

L’affetto e l’attenzione ricevute dal Triestebookfest ribadisce infatti la necessità di portare avanti una rassegna letteraria a Trieste che non si vuole porre in competizione con altre eccellenti manifestazioni del territorio regionale. Essendo proprio Trieste la seconda città in Italia per numero di lettori, il Triestebookfest ha voluto rispondere alla richiesta della cittadinanza e aprire una finestra sul panorama letterario, offrendo ai molti lettori un’opportunità di incontro e dialogo con gli autori, in un clima che continui a essere informale, piacevole e largamente fruibile.