Trieste | 29 Aprile - 5 Maggio 2024

Trieste nella letteratura austriaca e tedesca ai giorni nostri Christian Klinger, Enrica Brillakis e Simone Weisskopf-Garibaldi all’Antico Caffè San Marco, sabato 25 febbraio alle 18.00

Trieste nella letteratura austriaca e tedesca ai giorni nostri Christian Klinger, Enrica Brillakis e Simone Weisskopf-Garibaldi all’Antico Caffè San Marco, sabato 25 febbraio alle 18.00

Cosa significhi Trieste nella letteratura austriaca e tedesca ai giorni nostri. Lo spiegano Christian Klinger, Enrica Brillakis e Simone Weisskopf in occasione del primo appuntamento dell’Anteprima di Triestebookfest, all’Antico Caffè San Marco, sabato 25 febbraio alle 18.00. Uno scrittore austriaco affascinato dalla città, una libraia di Parma trasferitasi a Graz dove ha creato ARCA – libreria e biblioteca per lettori italiana e la direttrice didattica di CulturArteffetto di Tedesco Trieste propongono “Ein Giro In Triest”, un’occasione per vedere la città coi loro occhi e confrontarsi sul suo mito e la sua realtà.

Christian Klinger
Nato nel 1966 a Vienna, ha studiato giurisprudenza e dal 2005 scrive libri, la maggior parte gialli. Dopo aver preso casa a Trieste nel 2017, affascinato dalla città e dalla sua storia, inizia a ad ambientare i suoi libri nella città. Nel 2020 viene pubblicato il libro „Die Liebenden von der Piazza Oberdan“ (Picus Verlag, Wien, esce in lingua italiana in 2024) e nel 2022 “Ein Giro in Triest” (Picus Verlag), un giallo storico ambientato negli ultimi giorni della monarchia asburgica a Trieste.

Enrica Brillakis
Nata a Parma, da 20 anni vive a Graz in Austria. Nel 2014 inizia la sua avventura nel mondo dei libri, grazie a un editore italiano che le chiede di aprire un ufficio di rappresentanza, nel quale ospita una biblioteca per bambini di origine italiana. Grazie a donazioni di enti pubblici e privati, nel giro di un anno, i libri si triplicano.
Unica biblioteca del genere in città, grazie al successo, nel 2016 si trasferisce in un locale più grande e affianca una libreria: oggi ARCA si suddivide in due piani, la libreria al pian terreno e la biblioteca al primo piano.

Simone Weisskopf-Garibaldi
Nata ad Aschaffenburg in Germania, laureata in traduzione all’Università di Magonza-Germersheim, ha lavorato 10 anni come giornalista di un quotidiano in Baviera. Dopo il suo trasferimento a Trieste nel 2006 ha lavorato come insegnante di tedesco al Goethe-Zentrum prima di diventare nel 2019 direttrice didattica di CulturArteffetto Tedesco Trieste. Dal 2021 organizza la rassegna ‘TedEsco al San Marco”.

L’incontro al San Marco sarà preceduto, sempre sabato 25 febbraio, dalle 10.00 alle 12.00. da un evento organizzato in collaborazione con AMP Miramare: un percorso a piedi lungo “La via Lattea del Carso – lI sentiero Natura tra gioco e cultura”, ispirato dalla storia di Maja, giovanissima mlekarica, o donna del latte, che terminate le sue consegne ai clienti in città raggiungeva così Contovello.  La proposta nasce da “Le Cronache della Biosfera”,  probabilmente il primo esempio in Italia di libro gioco pervasivo didattico prodotto dall’AMP Miramare ed edito dalla White Cocal Press, che unisce meccaniche da caccia al tesoro, escape room, percorsi a scelta multipla ed enigmi, con un chiaro scopo divulgativo, sia naturalistico che culturale. Partenza alle ore 10.00 dalla Stazione di Miramare, partecipazione gratuita ma iscrizione obbligatoria inviando una mail a: info@ampmiramare.it

La VII edizione di Triestebookfest è in programma dal 6 al 12 marzo e, come da tradizione, si diffonde in diversi contenitori culturali della città (dal Civico Museo Revoltella, alle librerie e ai caffè letterari) e spazia nelle strade e in luoghi non convenzionali per raccontare i libri, i suoi protagonisti e promuovere la lettura, anche attraverso laboratori, spettacoli ed eventi.

Nelle sei edizioni precedenti organizzate dall’Associazione culturale Triestebookfest con la co-organizzazione del Comune di Trieste e, da alcuni anni, con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, sono stati proposti 150 eventi con 265 autori, in spazi diversi della città in modo da diffondere e disseminare in più luoghi le attività divulgative, con temi sempre attuali ed efficaci, declinati anche in molteplici linguaggi, dalla fotografia alla musica, dalla recitazione al laboratorio, dai filmati ai disegni.